Dal 1904 sino al 1915 viceparroco a Pianezza

Di Antonio e Ferrero Rosa, nato a Volpiano il 13 dicembre 1879 Ordinato sacerdote il 28 giugno 1903

Dottore in Teologia e cavaliere della Corona d’Italia

Dal 1915 priore a Santena, costruttore della chiesa SS. Pietro e Paolo. Don Pietro Amateis seppe coinvolgere l’intera popolazione nei lavori di edificazione (Santena contava all’epoca circa 4.000 abitanti).

A lui è stata intitolata una via del paese.

Deceduto a Santena il 27 novembre 1944 all’età di 65 anni.

«La  Voce  dell’Operaio»  nella  sua  corrispondenza  del  29  novembre  1914  scrisse  che  fu «esemplarmente assiduo ed instancabile nelle mansioni di vicecurato, nulla trascurando di quanto direttamente o indirettamente potesse tornare a maggior gloria di Dio. Le sacre funzioni ebbero maggior decoro e splendore per la presenza di numeroso piccolo clero e per i canti sacri popolari, i poveri e gli infermi trovarono in Lui il caritatevole confortatore.»

La domenica 24 gennaio 1915 si tenne – come scrisse il giornale «Il Momento» – nei locali del teatrino dell’oratorio di Pianezza – una festa in suo onore cui parteciparono oltre al Vicario mons. Oliva, il sindaco il cav. Giovanni Suppo, i rappresentanti di tutte le Associazioni pianezzesi: l’Unione rurale, la Cassa rurale, la Società Operaia Agricola. La serata fu allietata dalla Schola Cantorum e dalla cantoria delle Figlie di Maria. Era presente anche il pianezzese mons. Angelo Bartolomasi allora vescovo ausiliario di Torino.