Don Sergio Blandin Savoia
parroco dal 1968 al 1978

Nato ad Avigliana (TO), il 7 gennaio 1921, da Carlo e da Carmelina Carello.

Allievo del Seminario arcivescovile di Giaveno, dall’ottobre 1933, sotto il rettorato del canonico Luigi Bonino (1932-1951). Vestizione chiericale: l’11 settembre 1938. Allievo del Seminario arcivescovile filosofico di Chieri dal 1938, sorto il rettorato del canonico Giovanni Serravalle (1937-1949), e poi, dal 1941, del Seminario teologico metropolitano di Torino, sotto il rettorato del canonico Vincenzo Rossi (1937-1949). Ordinazione presbiterale: il 29 giugno 1945, dall’arcivescovo Maurilio Fossati (1930-1965), in cattedrale.

Allievo del Convitto Ecclesiastico della Consolata (Teologia Morale pratica), nel biennio 1945-47, sotto il rettorato e alla scuola di monsignor Luigi Coccolo (1926-1960), vicario generale. Vicecurato: a S. Giorgio in Chieri, dal 1° luglio 1947, poi a S. Giulia in Torino, dal 1° luglio 1950. Professore nel Seminario arcivescovile di Giaveno dall’ottobre 1957. Parroco a Pianezza dal novembre 1967. Rinuncia alla parrocchia il 15 novembre 1978. Dal l° dicembre 1978, assistente religioso nell’Ospedale civile di Giaveno, dove muore il 28 aprile 1980. 59 ANNI

(Giuseppe Tuninetti, In Memoriam Edizioni Effata 2008)

Gli anni trascorsi a Pianezza come parroco, erano i più intensi e drammatici della trasformazione dei principali Comuni della periferia, da piccoli paesi agricoli a grosse cittadine a prevalente economia, mentalità e cultura industriale. Su questi comuni si sono riversati gravissimi problemi sociali, morali e religiosi, a causa soprattutto dell’immigrazione e dell’inurbamento massiccio. Don Blandin Savoia ha seguito con animo di pastore sensibile i profondi mutamenti della sua comunità parrocchiale.

Avvertendo il peso della malattia e della sofferenza, con rammarico nel 1978 decise di abbandonare il servizio parrocchiale e di passare il compito a più giovani mani.

Si ritirò a Giaveno, dove svolse con semplicità, umiltà e dedicazione il prezioso ministero di assistente spirituale dell’ospedale civile locale. La morte lo ha colto improvvisamente il 28 aprile 1980.

(Voce del Popolo – maggio 1980)

Il 14 febbraio 1980, pochi mesi prima della morte era ritornato a Pianezza, in oratorio, per un incontro con il nascente Gruppo Anziani.